ADMIN

kat

GESTIONE DELLE FATTURE: ERRORI DA EVITARE (parte 1)

Gestire correttamente le fatture è importante per la gestione amministrativa e finanziaria della propria impresa, ma altrettanto nel rapporto con i clienti. Può capitare di commettere alcuni errori, spesso banali, ma che portano dietro conseguenze antipatiche. Vediamo quali sono i più comuni.

Dimenticarsi di spedire le fatture. Questo è lo sbaglio più comune, per quanto assurdo. La soluzione è tenere traccia mensilmente delle fatture emesse e della situazione dei pagamenti.

Sito: TOP-Fattura.it

Fatturare in ritardo. Per sopperire a questo, la cosa migliore è inviare le fatture subito, senza rimandare. I clienti hanno tempi e modalità di pagamento diverse, per questo è meglio anticipare eventuali problematiche e attivarsi tempestivamente. Più tardi la mandiamo, più tardi arrivano i pagamenti. Quando si hanno tanti clienti, questo errore può portare a incappare in quello precedente, ovvero dimenticarsi del tutto di inviare la fattura.

Mandare le fatture al cliente sbagliato. Capita più spesso di quanto si pensi. Fatture che arrivano nelle mani sbagliate e ovviamente restano insolute. Non parliamo di uno scambio di azienda, ma di persona: è il caso di imprese molto strutturate. Assicuriamoci dunque di individuare un referente specifico e l’indirizzo (mail o fisico) giusto. Controlliamo sempre l’intestazione della fattura: anche se sembra un lavoro superfluo, ci eviterà figuracce e perdite di tempo in futuro.

Non specificare termini e condizioni di pagamento. È importante indicare sempre nella fattura una data esatta, o comunque i termini pattuiti entro i quali deve essere pagata. Non è solo una questione di forma, ma in questo modo sarà più facile per i clienti ricordarsi i pagamenti.
Stesso discorso per quanto riguarda le condizioni di pagamento: è bene fornire nella fattura tutte le informazioni utili: coordinate bancarie, altre possibilità di pagamento, diciture legate al proprio regime fiscale, all’applicazione dell’IVA e ad altre tassazioni.…

Be the First to comment. Read More